Giorni 5 e 6: “Anche io, quando avrò 3.300 anni, sarò bella come Nefertiti!”

5

E poi viene il momento in cui occorre decidere se rinunciare a visitare la Museum Insel – secoli e secoli di capolavori concentrati in un chilometro quadrato – cedendo alle resistenze delle Pulci o se invece inventarsi una strategia per varcare la soglia almeno di alcuni di quei fantastici musei.

Il Neues Museum e il Pergamon Museum facilitano le cose, perché espongono pezzi di grande impatto e alto valore, accessibili anche ai più piccini.

Il Pergamon è maestoso: accoglie i visitatori con la grandiosa porta di Ishtar in ceramica blu e splendide figure di fiori, leoni e altri animali, li conduce letteralmente nel mercato di Micene nella stanza successiva e racconta loro la storia della Mesopotamia con incredibili statue e bassorilievi. Fino al 2019 non sarà possibile visitare l’altare di Pergamo, che è in ristrutturazione, ma questo in fondo accorcia la visita e strappa un sospiro di sollievo alle Pulci.

Il Neues Museum, d’altra parte, offre una delle icone di Berlino, il busto di Nefertiti, che in quanto regina e in quanto bellissima è quasi paragonabile a Elsa di Frozen, a Cenerentola o a Pochaontas. Accanto alla misteriosa teca di Nefertiti, poi, è anche disponibile una copia del busto a uso dei visitatori ipovedenti e, dal momento che può essere toccata a piacere, anche questa costituisce una imperdibile baby-attrazione. Infine, il museo mostra gioielli e amuleti di ogni tipo e un fantastico oggetto sacro del 1.000 a.C. che ricorda molto il cappello di Merlino, esposto in una suggestiva sala buia.

Insomma, noi ci siamo dovuti fermare qui, ma una volta capito il meccanismo acchiappa-Pulci, forse voi riuscirete di certo a fare meglio. Una nota di servizio: il Museum Pass per l’Isola del Musei scade dopo tre giorni. Organizzatevi in modo tattico e verificate gli orari di apertura. Non tutti i musei sono aperti il lunedì.

Alla fine della visita, ogni voglia è permessa! Tra un museo e l’altro facciamo un salto nel cafè del Deutsches Historisches Museum. L’ambiente è elegante, il servizio amichevole e la scelta è adatta ai più disparati capricci pulceschi. La Pulce Minore, ancora in uno stato d’animo principesco dopo aver fatto amicizia con una delle più influenti regine dell’antico Egitto, resta estasiata dalle poltroncine-trono e conferisce solennemente al cafè l’ambito titolo di:
“Il mio preferito ristorante di sempre!”
Se vi capita di passarci, gettateci un occhio, magari hanno messo una targa.

5text

1) “Nefertiti è bellissima… dal lato buono. Dall’altro le manca un orecchio.” La Pulce Minore non ne lascia passare una. 2) Baba ha finalmente trovato un modo per nuotare un po’: ai Berlinesi ventidue gradi sembrano sufficienti per chiudere tutte le piscine coperte. “È estate e si nuota all’aperto!” Per un provvidenziale guasto dell’impianto open air, però, a Fischer Insel resta ancora una schiwmmbad al chiuso adatta ai freddolosissimi italiani. 3) Grazie a Nefertiti e a una spazzola nuova fiammante, riusciamo a convincere la Pulce Minore che dopo più di una settimana è proprio necessario pettinarsi i capelli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...